Alex Colao Blog

Hello good people, today is the first day of the rest of your life, Pace e Bene

Ciao a tutti i Pellegrini!!

Posted by Alex Colao on May 27, 2011

Claudio, Arcione, Ruth, Joana, Alex, Celia, Otavio, Patrizia, Marisa, Cristina e Maurizio, Maria, Daniele, Francesca, Antonio, Pasquale, Mariana, Rita, Anna, Andrea, Ancelmo

This slideshow requires JavaScript.

Ciao Alex e un saluto a tutti i pellegrini!!! Davvero una esperienza importane e in compagnia di bellissima gente 🙂 Grazie molte a tutti i compagni di viaggio mi avete dato tanto e spero di farne tesoro. Ho voglia di camminare ancora con voi tutti e presto… Un abbraccio e buon cammino Buona Gente francesca

Percorrere il cammino di francesco a piedi si può fare senza preoccupazioni seguando bene il percorsoe con l’aiuto di Marisa e Patrizia con tutto il gruppo di amici , cariarsi lo zaino sulle spalle stringere i lacci delle scarpe, spegnere luce gas, chiudere la porta di casa e non scendere in garage ma incamminarsi lungo la via, salutare gli amici e andare diritto dove a piedi  non si è mai arrivati. E una volta li continuare ancora uscire dalle cittò fino a vedere le cose da un altro punto di vista, dai prati dentro i boschi lungo un sentiero, e poi ti accargi che quel posto che in auto raggiungeresti in pochi minuti a piedi hai impigato ore e ti stupisci di essere contento per questo, e questo ti dà la forza di andare avanti anche se non sei allenato anche se le gambe cominciano a pesare, se fiero di te stesso quando alla sera arrivi magari all’agriturismo le Burgne o in quel bellisimo posto il Pioppo e trovi  Davide con tutta la sua famiglias o all’Eremo di S. Pieto in Vigneto con Padre Basilio (per me il mio shangri-la) dove mai avresti pensato di dormire mangi e ti addormenti presto perchè sei stanco, ma è quella stanchezza che pesa un po’ sul corpo e niente affatto sullo spirito, e già pensi alla strada di domani se ci sarà il sole, e quali cose vedrai dove ti fermerai e chi incontrerai andare dal Santurio di Laverna alla tomba di Francesco in Assisi  si puo’ fare e ti riempie in cuore di gioia. un abbraccio daniele

“246.578 passi , 182 chilometri : colori, profumi, emozioni ,sensazioni uniche ed irripetibili” ciao cari compagni di cammino, ormai da una settimana siamo tornati a casa. Ci sentiamo due pesci fuor d’acqua,ci mancano le giornate con le lunghe camminate,i profumi dei fiori,i colori del paesaggio umbro,l’atmosfera irripetibile del cammino. Ma siamo senz’altro arricchiti,nel corpo e nello spirito,da questa bellissima esperienza! Maurizio ha ricavato dal suo piccolo quaderno uno schema con le tappe ,i passi ed i chilometri percorsi. Leggendo questi numeri vengono subito in mente i ricordi legati ad ogni giorno:la pioggia in arrivo al Valico di Viamaggio, il fango sulla salita nel bosco dell’Alpe della Luna,il bell’ostello di Sansepolcro e la ricca cena,Le Burgne con la panzanella,la squisita ospitalità di Davide ai pioppi,la bella Gubbio con la fontana dei matti,don Basilio(e qui ci sarebbe da scrivere un romanzo) Assisi ,finalmente con tutta l’emozione di raggiungere a piedi una meta che ci sembrava così lontana. Abbiamo veramente tanti bei ricordi di luoghi e persone con le quali abbiamo condiviso questa bella esperienza e a voi due abbiamo scritto una sola mail perchè vi abbiamo conosciuto che eravate già amici e così continuiamo a ricordarvi:”Alex e Pasquale”. anche se le vostre vite scorrono in mondi molto lontani,per un certo periodo avete percorso lo stesso cammino insieme e noi con voi. Vi abbracciamo e vi auguriamo ogni bene per i giorni a venire con la speranza che le nostre strade possano ancora incrociarsi. cris e mauri

Vuolo que tutti possano  continuare sua jornata con pace, salute e protecione de Dio, vicino alle sue famigle. Guardando le foto, mi ricordo di giornaliere che passiamo insieme, meditando, pregando, caminando, soffrendo, ridendo , gridando, imparando, conoscendo i maravilhe di Camino. Credo que la mano de Dio, per mediatore di San Francesco, scegli –in modo che abbiamo potuto evolerci e migliore come esseri umani. Spero di vederti presto, nella certezza per ripartire Il nostri sogni, realizzazioni e gioie. Pace e bene, è trascorso un mese ieri dall’ inizio del nostro comune cammino. Ancora, quando ricordo e penso ai giorni trascorsi in cammino, provo sensazioni profonde che mi distolgono dalla realtà presente. Ho vissuto staccata dal quotidiano, in un percorso che mi è congeniale. Lontana dal mio ego e collegata al tutto, immersa nella natura : Ambiente e Noi . Ripercorrere le orme, cercando la presenza di Francesco. Credo che ogniuno di noi, a modo suo, sia stato toccato nel profondo: la condivisione più bella. Grazie Alex per la tua dedizione Grazie alle nostre amorevoli guide Grazie a tutti i compagni di cammino

“DI QUI PASSÒ FRANCESCO… E ORA,  ANCHE’IO” – Rispettando le caratteristiche di ogni “cammino”, senza dubbio, questo è stato uno dei migliori che abbia mai fatto. Essere in un gruppo, di essere meditativo e seguire i passi di S. Francesco ha fatto la differenza.  Forse ho bisogno di più il silenzio al momento. Riparare la bellezza naturale di altri luoghi. Vedi che ognuno è nella sua individualità. Lavoro sulla comprensione quando il vicino di casa non parla la sua lingua madre, ma parla la lingua del mondo –  il cuore. Rispetti e valorizzi l’impegno di ogni pellegrino a vincere la loro strada, i loro limiti e soddisfare il passo al giorno – senza concorrenza.  In realtà, un percorso, rompendo l’equilibrio è quello di ottenere un altro migliore equilibrio per il momento. Tutti vivono con gioia e tristezza. Il desiderio. La memoria del vostro letto e morbido cuscino. Tua individualità ben aperti. Irritabilità da sforzo ripetuto. Stanchezza e anche l’esaurimento. Tutti portano sulle loro spalle (e non nel bagagliaio della maquina, o sulla schiena dell’asino) kit di sopravvivenza che spesso supera il peso ideale per voi. Dovendo sopravvivere con quel poco che serve e valutare che ha portato inutili. Anche alla fine del viaggio, si deve prendere cura con coraggio (per affrontare le bollicine) e la cura dello strumento importante di lavoro – i piedi, già preparando per le sorprese il giorno successivo. Che divertimento si sta lavando nel WC nostri abiti e doppo metere per tutte parte di nostri câmera per asciugarsi!  Ad ogni modo, senza discriminazioni, tutti i test i propri limiti. Alcuni possono dire che questo è bello, ma saranno d’accordo che non è facile. Devi essere un guerriero, addomesticare, un contesto stimolante, o anche, per qualche ragione uno, scegliere questa attività per perdere peso o per valutare la tua vita.  Dopo tutto, ciò che è veramente necessario e importante per vivere bene e com la qualità della vita? Camminare è solo mettere un piede davanti all’altro e ripetere … ripeto … ripetere l’azione.  Pellegrinaggio, o di essere un pellegrino è un po ‘di più. Credo che ricorda l’atto di dover camminare con grandezza d’animo, praticando dare e ricevere. Penso che sia la natura sorprendente e dei suoi componenti con i suoi suoni, i suoi colori e profumi, da diverse angolazioni e lodare il Creatore. E ‘nuda di indossare abiti nuovi, ma senza cessare di essere la persona che sei. In questo caso, è anche entrare nel “grotte Francesco” e cessano di eco nella tua anima e tutto ciò che è stato sperimentato nel corso della giornata.  Sicuramente non arrivamo al finale del cammino  nello stesso modo che abbiamo iniziato.  Ognuno ha donato un po ‘di te e ha imparato um po’ di ogni Pellegrini che  hai camminato insieme a te.  Saremo sempre Pellegrini! Grazie, Joana

 
  ******Non dimenticate di mandarmi un scritto sul cammino!!!   Ciao "Fratelli Pellegrini"

2 Responses to “Ciao a tutti i Pellegrini!!”

  1. francesca said

    Ciao Alex e un saluto a tutti i pellegrini!!!
    Davvero una esperienza importane e in compagnia di bellissima gente 🙂
    Grazie molte a tutti i compagni di viaggio mi avete dato tanto e spero di farne tesoro.
    Ho voglia di camminare ancora con voi tutti e presto…
    Un abbraccio e buon cammino Buona Gente
    francesca

  2. Pasquale Gravino said

    Finalmente , dopo tanti mesi, scrivo alcuni pensieri sul cammino fatto insieme. Insieme a chi? A gente stupenda, con cui dopo poco tempo si è formata una famiglia. Pellegrini con lo stesso itinerario e la stessa meta. Dalla montagna sacra di La Verna alla magica Assisi. Penso ancora spesso alle nostre avventure, ai bei luoghi che abbiamo raggiunto e ammirato. Quante risate, erano anni che non ridevo tanto. Poi poter parlare napoletano con Alex è stato il massimo. Sarò eternamente grato che mi sia concesso di vivere queste emozioni e di conoscere sempre nuovi amici sparsi per il mondo.
    Per me dopo ogni cammino è sempre prima del cammino. Appena tornato a casa incomincio a progettare il prossimo. Se Dio lo vorrà farò, dal 21 aprile al 06 maggio, il cammino da Poggio Bustone fino a Carpinone. Forse ci sarà anche Alex. E questa volta vuole venire anche mio figlio. Ormai ho contagiato tutti quelli che conosco con i miei racconti. Rivedrò anche qualcuno di voi?
    Vi ringrazio ancora per la vostra compagnia e che Dio sia sempre con voi.
    Un forte abbraccio. Pax et Bonum
    Pasquale

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s